Pubblicato il

Come si decaffeina il caffè

Come viene decaffeinato il tè

Questo articolo necessita di ulteriori citazioni per la verifica. Si prega di contribuire a migliorare questo articolo aggiungendo citazioni a fonti affidabili. Il materiale privo di fonti può essere contestato e rimosso.Trova fonti: “Decaffeinizzazione” – notizie – giornali – libri – scholar – JSTOR (luglio 2018) (Scopri come e quando rimuovere questo messaggio template)

La decaffeinizzazione è la rimozione della caffeina dai chicchi di caffè, dal cacao, dalle foglie di tè e da altri materiali contenenti caffeina. Le bevande decaffeinate contengono in genere l’1-2% del contenuto originale di caffeina, e talvolta anche il 20%.[1] I prodotti decaffeinati sono comunemente chiamati decaffeinati.

Friedlieb Ferdinand Runge eseguì il primo isolamento di caffeina pura dai chicchi di caffè nel 1820, dopo che il poeta Goethe venne a conoscenza del suo lavoro sull’estratto di belladonna e gli chiese di eseguire un’analisi sui chicchi di caffè.[2] Sebbene Runge fosse in grado di isolare il composto, non imparò molto sulla chimica della caffeina stessa, né cercò di utilizzare il processo a livello commerciale per produrre caffè decaffeinato.

Esiste un modo sicuro per decaffeinare il caffè?

Molti metodi sono diventati disponibili, ma il metodo più riconosciuto è lo Swiss Water Process (SWP), un processo ad acqua ecologico e privo di sostanze chimiche. Continuate a leggere per saperne di più sullo Swiss Water Process e se è il metodo migliore per decaffeinizzare il caffè.

Come si decaffeinizza il caffè a casa?

Versare acqua calda quanto basta per coprire i fondi. Lasciare riposare brevemente. Premere i fondi e versare l’acqua. Poiché la caffeina è altamente solubile in acqua, questa prima estrazione dovrebbe eliminarne la maggior parte.

Il caffè decaffeinato è più sano?

Il caffè decaffeinato contiene molte delle stesse sostanze presenti nel caffè normale. Ma ha una quantità di caffeina molto inferiore. Può avere anche molti degli stessi benefici per la salute del caffè normale, come la riduzione del rischio di diabete, cancro al colon, ictus e demenza.

Vedi 2+ altro

“Il caffè decaffeinato è come una prostituta che vuole solo coccole”. Come molte citazioni su Instagram, anche questa è scritta con un font sans serif e ha l’aspetto di un’immagine in bianco e nero che è stata postata e ricondivisa decine di volte. Sotto di essa ci sono gli hashtag #CaffeineAddict, #WorkingMomLife e l’ultimo, #DeathBeforeDecaf.

Si tratta dell’estremità più offensiva di uno spettro composto da migliaia di citazioni relative al caffè su Instagram che implicano che il poster preferirebbe letteralmente morire prima di bere una bevanda mattutina che non contenga caffeina. Si va dal tenero (“Ma prima il caffè”) all’autoironico (“Mi dispiace per quello che ho detto prima di prendere il caffè”) fino al vagamente minaccioso (“Bevo caffè per proteggerti” o “Il caffè: una sostanza magica che trasforma ‘lasciami in pace o muori’ in ‘buongiorno, tesoro!'”).

Ci sono meme sul caffè per le mamme, meme sul caffè per i CrossFitters, per gli imprenditori, persino per i marketer multilivello. Scorrendo gli hashtag sul caffè su Instagram, si comincia a sospettare che il mondo intero sia tenuto insieme da un’unica sostanza, e che l’America funzioni davvero con Dunkin’.

Caffè biologico decaffeinato

Cos’è il caffè decaffeinato e come si prepara? Il caffè è un modo meraviglioso per fare una pausa in qualsiasi momento della giornata, ma a volte si potrebbe desiderare (o avere bisogno) di ridurre la caffeina. Ecco allora che è il momento di provare a preparare un delizioso decaffeinato! Sapevate che il caffè decaffeinato contiene il 97% di caffeina in meno rispetto al caffè normale? Nel seguente articolo scoprirete tutto quello che c’è da sapere sul caffè decaffeinato!

Come avrete capito, “decaffeinato” è solo un modo rapido per dire decaffeinato. Tuttavia, forse vi state chiedendo se la caffeina viene estratta dai chicchi di caffè prima o dopo la tostatura, o chi ha scoperto il processo di decaffeinizzazione e quando? Innanzitutto, la caffeina viene estratta dai chicchi di caffè prima della tostatura. In secondo luogo, si dice che il commerciante tedesco di caffè Ludwig Roselius abbia sviluppato il primo processo di decaffeinizzazione di successo commerciale nel 1903, quando un carico di chicchi immersi nell’acqua di mare perse la maggior parte della caffeina, pur mantenendo la maggior parte dell’aroma del caffè. Naturalmente, i processi utilizzati oggi fanno un lavoro molto migliore per rimuovere la caffeina e preservare l’aroma e il gusto.

Come si decaffeina naturalmente il caffè

Sappiamo che a volte si desidera un caffè senza caffeina. Che sia la decima tazza del giorno, che abbiate voglia di un caffè e che sia un po’ tardi, o che stiate ancora cavalcando l’onda del nuovo anno a basso contenuto di caffeina, noi vi copriamo le spalle.

Se non avete mai provato uno dei nostri caffè decaffeinati prima d’ora e vi state chiedendo come possano essere deliziosi (perché fidatevi di noi, lo sono!), ecco qualche dettaglio in più sulla scienza che sta alla base della decaffeinizzazione dei chicchi di caffè…

Ecco come: dopo il lavaggio delle ciliegie di caffè, i chicchi di caffè verde vengono messi a contatto con anidride carbonica liquida sotto pressione. La CO2 viene fatta circolare attraverso il caffè, estraendo la caffeina dai chicchi.

Una fase di evaporazione separa la caffeina dalla CO2, lasciando ai chicchi solo lo 0,01% di caffeina. Questo processo viene ripetuto finché i chicchi non sono decaffeinati. Il caffè viene quindi essiccato delicatamente fino a raggiungere il contenuto di umidità originale ed è pronto per l’esportazione e la tostatura. Sebbene questo metodo sia costoso, è un processo privo di sostanze chimiche, l’anidride carbonica può essere riutilizzata per trattare più lotti di chicchi e produce un caffè decaffeinato dal sapore delizioso.